Orari: lun-sab dalle 7.00 alle 21.00 | Tel. 02 40706131

Neuroanatomia

Di seguito una breve rappresentazione su come agiscono i meccanismi che danneggiano il nervo.

neuroanatomiaMesonevrio
permette al n. periferico di scivolare rispetto al tessuto circostante

Epinevrio
(est/int)
circonda, protegge e fa da cuscinetto ai fascicoli

Perinevrio
:
protezione dei tuboli dell’ endonevrio; barriera meccanica alle forze est.; barriera di diffusione

Endonevrio
:
garantisce il mantenimento dello spazio endoneurale della pressione dei fluidi

 

Caratteristiche del Sistema Nervoso

  • sistema nervoso 01Il SN è un continuum, si distende, scorre durante i movimenti del corpo.
  • La lunghezza del canale spinale è + lunga di circa 7 cm in flessione rispetto all’estensione
  • Il SN scivola longitudinalmente e trasversalmente, si piega, si torce
  • Il SN aumenta la sua tensione quando il nervo viene sollecitato dai movimenti o dalla contrazione di un muscolo locale.
  • Movimenti distali creano movimenti significativi in tutta la lunghezza del nervo
  • I tessuti connettivi del nervo sono innervati dai nervi nervorum, infiammazione ed ischemia di questi tessuti producono una risposta dolorosa
  • Il nervo può tollerare un certo grado di allungamento, grazie al fatto che i fascicoli e gli assoni all’interno non sono disposti in linea retta ma presentano un tragitto tortuoso e ridondante
 

Circolazione sanguigna

circolazione sanguigna 01Vi sono vasi extraneurali:

  • Arteria radicolare prossimale
  • Arteria radicolare distale

E vasi intraneurali

 
  • circolazione sanguigna 02.jpgLa circolazione ottimale è favorita dal movimento e dipende anche dalla postura
  • Non muoversi = meno circolazione
  • 6/8% allungamento del nervo periferico è un valore critico, oltre il quale va in sofferenza
  • Al 12% di allungamento non passa più sangue
 

Neurobiomeccanica

neurobiomeccanica

  • Il nervo si interfaccia in modo fisiologico con muscoli, legamenti e fasce aponeurotiche, attraverso le cui strutture può scorrere senza attriti o impedimenti.

  • Nelle situazioni in cui si trova imbrigliato in edemi, osteofiti, esiti cicatriziali, aderenze fibrose, il nervo può sviluppare la patologia di intrappolamento periferico