Orari: lun-sab dalle 7.00 alle 21.00 | Tel. 02 40706131

Le principali patologie a carico della spalla sono numerose ma possiamo dividerle in due categorie:

  • a origine traumatica o microtraumatica, che di solito generano instabilità;
  • a origine degenerativa, condizionanti infiammazioni, calcificazioni, lesioni alla cuffia dei rotatori.

Al primo gruppo corrispondono problematiche tipiche dei giovani, nei quali incidenti, traumi, ipersollecitazioni alla spalla comportano una diminuzione della stabilità. Questa è assicurata di norma da capsula, legamenti e corretta funzione muscolare. Una qualsiasi alterazione dei mezzi di contenzione comporta l’instaurarsi di dolore e apprensione.

La lussazione è la perdita completa dei rapporti articolari, generalmente prodotta da un trauma importante anche se è favorita da alcune condizioni predisponenti (iperlassità), e a sua volta genera disturbi e problematiche ad essa correlate (lesione di Hill-Sachs e Bankart).

Il secondo gruppo include tutte le problematiche legate all’usura della spalla, condizionata dalla postura, dai movimenti ripetuti tante volte nell’arco della giornata, per esempio quelli lavorativi, dal mantenimento di posizioni fisse, da sovraccarichi alla spalla. A seconda della gravità, della sede, della progressione della malattia, delle condizioni predisponenti, possiamo trovarci di fronte quadri di tendiniti, borsiti, calcificazioni, sindromi da impingement, SLAP lesion, lesioni della cuffia dei rotatori parziali, totali, a medio o a tutto spessore.

Si includono in questo gruppo anche la capsulite adesiva e la spalla congelata, che di norma derivano da problematiche precedenti non trattate.