Orari: lun-sab dalle 7.00 alle 21.00 | Tel. 02 40706131

Cosa sono le “red flags” e le “yellow flags” riferite alla lombalgia

Le red flags, o bandiere rosse, sono le patologie gravi della schiena, come neoplasia, infezioni, o sindrome della cauda equina, e queste condizioni devono essere escluse dallo screening iniziale, mediante la raccolta dei dati clinici sul paziente e confermate poi da acquisizioni di imaging.

Le yellow flags, o bandiere gialle, sono i fattori che aumentano il rischio di sviluppare o perpetuare il dolore cronico e la disabilità a lungo termine, compreso il lavoro, le attività sociali e gli sport. La validità e la rilevanza di questi fattori non è per nulla indifferente nel determinismo del mal di schiena, come si evince da numerose ricerche in questo ambito (per esempio: Kendall et al, 1997).

L’identificazione delle bandiere gialle dovrebbe portare ad un'adeguata gestione cognitivo e comportamentale del problema.

Esempi di bandiere gialle includono:

  • atteggiamenti e credenze non appropriate sul mal di schiena (per esempio, la convinzione che il mal di schiena sia dannoso o potenzialmente invalidante, oppure avere un’alta aspettativa sui trattamenti passivi piuttosto che un’attiva partecipazione)
  • comportamento inappropriato del dolore (ad esempio, il comportamento di paura-evitamento e livelli di attività ridotti)
  • problemi connessi al lavoro o problemi di compensazione (per esempio, problematiche legate al lavoro stesso o praticare un lavoro con scarse soddisfazioni sociali)
  • problemi emotivi (come la depressione, l'ansia, lo stress, la tendenza all’ umore basso e il ritiro dalla interazione sociale).