Orari: lun-sab dalle 7.00 alle 21.00 | Tel. 02 40706131

Cosa è il colpo di frusta cervicale / distorsione cervicale

Si definisce "colpo di frusta" cervicale una lesione traumatica da flesso-estensione del rachide cervicale che si manifesta quando il corpo viene spinto in avanti, mentre il collo, a causa dell'inerzia data dal capo, si iperestende bruscamente. Questo meccanismo distorsivo determina un quadro clinico caratterizzato da un insieme di sintomi quali dolore, rigidità e limitazione della motilità cervicale associati ad altri disturbi neuro-vegetativi. In seguito alla distorsione si assiste alla contrazione dei muscoli paravertebrali e flessori del capo che ottengono come risultato quello di comprimere il rachide.

Il rachide cervicale reagisce infatti al trauma con una rigidità antalgica, la muscolatura si contrae a protezione del segmento leso e le capacità articolariari risultano globalmente ridotte in tutti i piani di movimento.

Si distinguono casi meno gravi dove si potranno avere prevalentemente danni legamentosi da stiramento e contusione delle strutture articolari, causati dallo scivolamento repentino delle vertebre, con edema locale e contrattura muscolare da riflesso protettivo.

Nei casi più gravi si possono verificare rotture dei legamenti, erniazioni discali, fratture vertebrali. Andranno trattati con trazione per qualche settimana ed immobilizzazione in Minerva gessata. Se le dislocazioni non sono riducibili il trattamento sarà allora chirurgico, mediante cerchiaggio posteriore ed eventualmente trapianto autoplastico.